Con il mese di dicembre, su richiesta del personale di CardioAction e per interessamento del Direttore Medico dell’Ospedale Unico,  Dott. Edoardo Vanzetto, è stato spostato dai Poliambulatori dell’Ospedale di Santorso alla Riabilitazione Cardiologica di Thiene (Ex-Ospedale Boldrini) una importante nuova attrezzatura: il cicloergospirometro. Questo strumento permette di misurare il consumo di ossigeno e la produzione di anidride carbonica durante l’esercizio eseguito al cicloergometro. La misura diretta di questi gas viene eseguita direttamente con una mascherina applicata a naso e bocca del paziente mentre esegue l’esercizio. Si possono in questo modo raccogliere dati  importanti, come il consumo massimo di ossigeno dell’organismo, l’indice metabolico, ed i volumi di aria inspirati. L’analisi integrata di questi dati permette di ottenere informazioni su tutti e tre i fattori (cuore, polmoni e muscolatura)che entrano in gioco nel determinare la capacità di esercizio, permettendo di valutarli singolarmente: ciò non è possibile con il semplice cicloergometro, che fornisce informazioni sulla sola componente cardiovascolare.  Questo test è raccomandato in particolare nel cardiopatico con ridotta funzione di pompa cardiaca ed è spesso richiesto in caso di precoce limitazione dello sforzo per affaticamento. E’ inoltre uno degli esami che fa parte della check list per l’inserimento in lista d’attesa per il trapianto cardiaco. Questa nuova acquisizione rappresenta quindi un ulteriore passo avanti per la Cardiologia Riabilitativa e testimonia l’attenzione dell’Amministrazione della nostra ASL per i pazienti cardiopatici.
Dott. Federico Bordin