In concomitanza con il trasferimento nel nuovo Ospedale Unico di Santorso e comunque, a fare data dal 1° aprile, i Soci in Trattamento Anticoagulante Orale (TAO) non avranno più la possibilità di accedere all’Ambulatorio TAO.
D’ora in avanti dovranno appoggiarsi al proprio medico di famiglia il quale dovrà dotarsi, sempre che non ce l’abbia già a disposizione, di un apposito programma di gestione utilizzato da anni dalla Cardiologia; vi invitiamo quindi ad attivarvi al più presto con il vostro MMG per evitare sorprese e/o incomprensioni.
Dispiace vedere sopprimere un servizio importante, da un punto di vista sanitario, e tranquillizzante, da un punto di vista sociale, come svolto finora dall’U.O.C. di Cardiologia.
Speriamo che, una volta conclusi i trasferimenti e sistemate le varie specialità, si possa affrontare questa problematica alla quale tutti i Cardiologi si sono dedicati a titolo di “volontariato” producendo risultati di  eccellenza a favore dei cardiopatici dell’Alto Vicentino.